Prevenzione

Andrea Loreto – miodottore.it

Per prevenzione si intendono un insieme di attività, di azioni ed interventi attuati al fine di promuovere e conservare lo stato di salute dell’individuo ed evitare l’insorgenza di malattie.
La prevenzione è distinta in primaria, secondaria e terziaria.

I – La prevenzione primaria:

La prevenzione primaria ha come campo di applicazione il soggetto sano e si prefigge di mantenere il benessere e di evitare la comparsa di malattie. Le attività, le azioni ed gli interventi che verranno eseguiti sono finalizzati al potenziamento dei fattori utili alla salute e all’allontanamento o alla correzione dei fattori causali delle malattie. L’obiettivo è uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale dei singoli e della collettività o quanto meno ad evitare l’insorgenza di condizioni morbose.

L’insieme di questi interventi è finalizzato a ridurre la probabilità che si verifichi un evento non desiderato ovvero una riduzione del rischio.

II – La prevenzione secondaria:

La prevenzione secondaria, come è intuibile è successiva rispetto alla prevenzione primaria, ed interviene su soggetti già ammalati in uno stadio iniziale.
Rappresenta la diagnosi precoce di malattie, quando sono in fase asintomatica (screening), e lo scopo è quello di ottenere la guarigione o almeno limitarne la progressione.
La prevenzione secondaria, permettendo l’identificazione di una malattia o di una condizione di particolare rischio dispone ad un immediato intervento terapeutico, che permette di interromperne o rallentarne il decorso.

III – La prevenzione terziaria:

La prevenzione terziaria, indica tutte le azioni rivolte al controllo e al contenimento degli esiti più complessi di una patologia.
Si avvale di un accurato controllo clinico e terapeutico di malattie ad andamento cronico o irreversibili. Ha come obiettivo quello di evitare o di limitare la comparsa sia di complicazioni tardive che di esiti invalidanti.
Con prevenzione terziaria si intende anche la gestione dei deficit e delle disabilità funzionali conseguenti.

icon-prevenzione-1

Rene

Le patologie renali sono diffuse sia alle donne che agli uomini. Usualmente il riscontro di patologie renali avviene in corso di accertamenti radiologici (ecografia TC) per altri motivi.

icon-prevenzione-9

Via escretrice

L’uretere è un tubo lungo e stretto che collega il rene alla vescica.
La parte più alta dell’uretere, quella a diretto contatto con il rene, ha una forma leggermente allargata…

icon-prevenzione-3

Vescica

La prevenzione del cancro della vescica inizia con noi. Siamo certamente in grado di controllare le scelte che facciamo ogni giorno e ridurre al minimo il rischio di malattia.

icon-prevenzione-6

Prostata

La prostata è una ghiandola genitale di che si trova al di sotto della vescica al cui interno c’è l’uretra, il canale attraverso il quale l’urina esce all’esterno.

icon-prevenzione-4

Testicoli

L’autopalpazione permette una rapida e semplice individuazione dei sintomi del tumore al testicolo. Praticarla una volta al mese può salvarci la vita.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi